ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Traffico d'organi in Kosovo: il Consiglio d'Europa chiede inchiesta

Lettura in corso:

Traffico d'organi in Kosovo: il Consiglio d'Europa chiede inchiesta

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Consiglio d’Europa ha votato oggi pomeriggio il rapporto sul traffico d’organi umani in Kosovo, chiedendo l’apertura di un’inchiesta internazionale.

Redatto dal parlamentare svizzero Dick marty, il dossier chiama in causa l’ex capo dell’UCK, attuale premier kosovaro Hashim Thaci.

Sarebbe lui all’origine del traffico perpetrato ai danni di prigionieri, principalmente serbi e kosovari albanesi.

Secondo le accuse, queste violazioni si sarebbero consumate in presenza e conoscenza di forze e istituzioni internazionali.

Dick Marty, membro del Consiglio d’Europa:

“Le vittime erano serbi, erano kosovari albanesi considerati come gruppi rivali, traditori… Per noi sono solamente esseri umani. È raro trovare per un periodo così lungo una tale quantità d’elementi di denuncia senza che niente succeda”.

Hashim Thaci ha respinto con fermezza le accuse.

Per le organizzazioni umanitari durante il conflitto in Kosovo, nel 1998-1999, sono scomparsi circa 500 serbi e 1400 kosovari albanesi.