ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Portogallo: rieletto Silva


Portogallo

Portogallo: rieletto Silva

Si è presentato come un fattore di stabilità in un paese devastato dalle turbolenze della crisi economica. Così Cavaco Silva è stato riconfermato alla presidenza del Portogallo, senza sorpresa.

L’economista conservatore e leader del partito social democratico è stato rieletto al primo turno con quasi il 53% delle preferenze, distanziando di oltre 30 punti percentuali il candidato Manuel Alegre, appoggiato dal partito socialista del premier Socrates.

Niente slanci da parte dell’elettorato: l’astensionismo ha toccato il 53%, record storico dalla fine della dittatura, nel ’74. Anìbal Cavaco Silva:

“Eserciterò un mandato attivo, cooperando fedelmente con tutti gli organi sovrani per portare avanti i grandi obiettivi strategici nazionali. In un primo tempo le priorità sono: combattere il flagello della disoccupazione, contenere l’indebitamento esterno e rafforzare la competitività esterna”.

Il ruolo del presidente sarà più che di facciata. Silva ha il potere di sciogliere il parlamento e indire elezioni anticipate. Potrebbe farlo se il premier José Socrates dovesse decidere di ricorrere a un piano di salvataggio dell’Unione Europea e del Fondo Monetario Internazionale. Per il momento il presidente appoggia l’imponenente e impopolare piano di austerity del governo. I portoghesi non sono ottimisti:

-“Penso che le cose non cambieranno. Non sarà né peggio, né meglio, semplicemente la stessa cosa2.

-“Penso che non cambierà nulla, o al massimo sarà peggio”.

Il governo ha fatto votare a dicembre per il secondo anno consecutivo una finanziaria “lacrime e sangue”: l’obiettivo è riportare il deficit dal 9.7% del 2009 al 3% entro il 2013. Un percorso possibile solo attraverso il taglio degli sptipendi pubblici, della spesa sociale, degli investimenti dello stato, il congelamento delle pensioni e l’aumento di Iva e Irpef. Manovre che hanno portato a un generale impoverimento del paese.

Prossimo Articolo

mondo

G20: Sarkozy auspica misure concrete per l'economia