ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Oled: una novità illuminante

Lettura in corso:

Oled: una novità illuminante

Dimensioni di testo Aa Aa

Non servono lampadine, circuiti, gas neon: i display Oled emettono luce propria. Questa la novità rivoluzionaria.

Kristin Knappstein ci mostra alcuni esempi di questa tecnologia nel laboratorio Philips di Aquisgrana in Germania: “Un Oled è una fonte luminosa che produce una luce diffusa. È molto piatta, chic, sottile, molto molto confortevole, una luce morbida e al tempo stesso ad alta efficienza energetica.”

Oled sta per diodo organico ad emissione di luce.

A differenza di quelli a cristalli liquidi illuminati da una fonte esterna, i display Oled si autoalimentano. Possono dunque essere molto più sottili, pieghevoli e addirittura arrotolabili: una miniera creativa per i designer.

“L’Oled distribuisce una luce diffusa”, spiega ancora

Kristin Knappstein, “Ogni lumen emesso è fruibile. Ne consegue che non perdiamo più nulla in un paralume, un riflettore, un diffusore di luce, perché sono così ad alta efficienza energetica.”

La tecnologia Oled è ancora in evoluzione.

Stefan Grabowski, ricercatore presso il laboratorio Philips, ci svela il segreto del suo funzionamento: “Ecco com‘è fatto un Oled. Abbiamo un substrato di vetro su cui c‘è un elettrodo trasparente. Lo inseriamo in una macchina sottovuoto e il materiale organico si deposita sullo strato. Dopo aver fatto ciò mettiamo sopra dell’alluminio: come un elettrodo, per far passare attraverso elettricità.”

Stefan sta lavorando ad un progetto dell’Unione Europea per rendere gli OLED più grandi, economici, e ancora più efficienti.

Un lavoro sinergico, come spiega il ricercatore: “Molto importante è anche il laboratorio illuminotecnico Bartenbach, in Austria, che sta portando avanti degli studi per testare ad esempio cosa un potenziale cliente vorrebbe dalla tecnologia Oled.”

Questa innvovativa fonte di luce sta muovendo i primi passi sul mercato, ma non rimarrà nell’ombra molto a lungo.

Kristin Knappstein ne è sicura: “In questo momento sono in commercio qualche centinaio di lampade. In due o tre anni saremo veramente pronti ad un massiccio ingresso nelle principali applicazioni.”

Per maggiori informazioni: http://www.oled100.eu/homepage.asp