ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Media: ultimatum di Bruxelles a Budapest

Lettura in corso:

Media: ultimatum di Bruxelles a Budapest

Dimensioni di testo Aa Aa

A qualche giorno dalla sua difesa di fronte al parlamento europeo, il premier ungherese, Victor Orban, il cui Paese detiene la presidenza di turno dell’Unione europea, è richiamato dalla Commissione.

Pomo della discordia: la legge sui media, ribattezzata legge bavaglio.

Bruxelles, questo lunedì, ha ribadito a Budapest l’ultimatum di due settimane per rispondere in maniera soddisfacente alle osservazioni avanzate dal commissario alle telecomunicazioni, Neelie Kroes.

Sel’Ungheria risponderà con un niet,scatterà la procedura di infrazione.

Che riguarderebbe non solo ipunti di frizionecon il trattato europeo, ma anche eventuali infrazioni alla Carta dei diritti fondamentali.

Su quest’ultimo punto Bruxelles ha espresso il sospetto che la legge violi la libertà di informazione e espressione.

Entrata in vigore il primo gennaio, la normativa prevede il controllo dei media da parte di un organo espressione del governo.