ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bielorussia. L'investitura di Lukashenko boicottata da UE e USA

Lettura in corso:

Bielorussia. L'investitura di Lukashenko boicottata da UE e USA

Dimensioni di testo Aa Aa

Poche decine di bielorussi, a Minsk, hanno avuto il coraggio di sfidare il presidente Lukashenko, manifestando contro di lui nel giorno della sua investitura per il quarto mandato consecutivo. La polizia si è subito occupata dei dimostranti.

Secondo l’analista politico russo Nikolay Petrov, la situazione a Minsk dovrà necessariamente evolvere:

“Gli europei e i bielorussi hanno interesse a ricreare un clima di fiducia, riportando le relazioni bilaterali a un certo livello. Non ci sono possibilità per Lukashenko e per la Bielorussia di mantenersi nell’attuale situazione. I costi che il regime sta già pagando e pagherà in futuro rischiano di essere troppo alti”.

Ma intanto Lukaschenko ha dovuto sopportare il boicottaggio da parte dei diplomatici europei e statunitensi che non si sono presentati alla cerimonia per l’investitura. All’occasione ufficiale ha invece partecipato l’emissario della Russia che si sta riavvicinando a Minsk, dopo un periodo difficile dovuto al contenzioso energetico.

Ieri il parlamento europeo ha auspicato sanzioni contro il regime bielorusso accusato di brogli elettorali e di aver violato il diritto al dissenso.