ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa-Cina divisi sui diritti umani, uniti negli affari

Lettura in corso:

Usa-Cina divisi sui diritti umani, uniti negli affari

Dimensioni di testo Aa Aa

Continua in pompa magna la visita di stato del presidente cinese Hu Jintao negli Stati Uniti, un onore che Washington ha concesso solo altre due volte a Pechino.
 
Ma dietro alle strette di mano e ai sorrisi ufficiali, si insinuano la guerra delle monete e la delicata e controversa questione dei diritti umani.
 
“È un dittatore,“ ha detto il presidente del senato Harry Reid, “Può fare molte cose. Forse non avrei dovuto dire dittatore ma hanno un tipo di governo diverso dal nostro. Ed è un eufemismo”.
 
Divergenze che non hanno impedito la firma di accordi commerciali per l’equivalente di circa 33 miliardi di euro.
 
“Noi non ci impegniamo nella corsa agli armamenti nelle minacce militari contro altri paesi”, ha dichiarato Hu Jintao davanti ai businessman di Washington, “La Cina non cercherà mai l’egemonia e non perseguirà una politica espansionistica”.
 
Altro accordo, a dimostrazione della buona volontà di entrambi, quello da 2 milioni e mezzo di euro che consentirà a due panda giganti cinesi di restare altri cinque anni ospiti dello zoo di Washington.