ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sui giornali cinesi la cordialità tra Obama e Hu, ma niente sulle proteste

Lettura in corso:

Sui giornali cinesi la cordialità tra Obama e Hu, ma niente sulle proteste

Dimensioni di testo Aa Aa

Profilo alto, sui giornali cinesi, per il faccia a faccia tra Hu Jintao e Barack Obama. Sulle prime pagine dei quotidiani e alla tv campeggiano le foto dei due leader. Ecco alcuni pareri raccolti tra gli abitanti di Pechino.

“La Cina e gli Usa non per forza debbono essere nemici, possono anche cooperare. D’altra parte Pechino possiede già 900 miliardi di dollari statunitensi, e vede la questione dello sviluppo economico in chiave ottimistica. Insieme, sono le superpotenze mondiali”.

“Usano il tema dei diritti umani per attaccarci. Gli Usa pubblicano un rapporto annuale sui diritti umani ma non parlano mai di loro stessi. Per questo la Cina dovrebbe pubblicare un rapporto analogo su di loro il giorno dopo”.

“Gli Stati Uniti premono per una rivalutazione dello yuan solo per loro interesse. A loro non importa nulla degli altri. Vogliono solo avere il controllo di tutto, ed essere sicuri che tutti li ascoltino”.

Per non turbare lo spirito positivo delle cronache da Washington, gli organi di informazione hanno comunque evitato di dar conto delle proteste anticinesi inscenate davanti alla Casa Bianca da qualche centinaio di manifestanti. I media occidentali che si sono occupati dell’iniziativa sono stati oscurati.