ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Usa-Cina: tra concorrenza e collaborazione economica


economia

Usa-Cina: tra concorrenza e collaborazione economica

Una relazione economica da sempre difficile, quella tra Stati Uniti e Cina.

Le accuse di Washington: la Cina non rispetta i diritti umani (per non parlare di quelli sindacali), copia qualsiasi cosa, ignorando i brevetti occidentali e infine blocca la valuta per sostenere artificialmente le esportazioni. A fronte dei 200 miliardi di dollari di export dalla Cina verso gli Usa, questi esportano solo 70 miliardi verso la Cina.

Eppure le due superpotenze concorrenti sono anche partner utili l’una all’altra. Con una crescita annuale senza pari al mondo, superiore al 10% l’anno, la Cina sta infatti diventando uno dei principali importatori di tutte le categorie di beni, anche di auto, cosi importanti per la ripresa dell’economia a stelle e strisce.

D’altra parte senza gli Stati Uniti, primo partner commerciale della Cina, chi altri potrebbe acquistare l’immensità di beni che i lavoratori cinesi producono, vista la ancora debole domanda domestica cinese?

Poi c‘è la questione dei debiti pubblici.

La Cina, dopo le famiglie americane, è il primo acquirente di Treasury bonds, i titoli di stato americani. Questo primato la mette in una posizione di forza perché se Pechino decidesse di colpo di rimettere sul mercato 900 miliardi di dollari di debito pubblico americano potrebbe portare Washington sull’orlo della bancarotta.

In realtà, continuando a crescere a ritmi record, gli economisti si aspettano che la Cina diventi presto quel grande importatore di beni occidentali capace di rilanciare definitivamente non solo l’economia statunitense, ma anche le prigre economie europee.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

economia

GB: sussidi di disoccupazione scendono a sorpresa a dicembre