ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tunisia: il governo nasce, i ministri si dimettono

Lettura in corso:

Tunisia: il governo nasce, i ministri si dimettono

Dimensioni di testo Aa Aa

Il travagliato avvio del nuovo governo tunisino contribuisce ad annebbiare l’orizzonte della transizione.

Tra le proteste di piazza il governo del Premier Mohammed Ghannouchi ha già perso i 3 ministri espressi dal maggior sindacato e il titolare della Salute. Sotto accusa la formazione di quello che viene considerato un governo farsa, in pressoché totale continuità col sistema di potere dell’ex Presidente Ben Alì. Insufficiente il gesto del Premier che ha annunciato le sue dimissioni dall’Rcd, il partito di Ban Alì.

“Chiediamo la dissoluzione del governo e la formazione di un nuovo esecutivo che rompa con l’egemonia del partito al potere” ha detto uno dei ministri dimissionari, Abdeljelil Bedoui.

Intanto lo storico leader d’opposizione della sinistra laica Moncef Marzouki è rientrato in Tunisia dopo anni di esilio in Francia.

“L’Rcd è un parassita di cui sono impregnate le strutture dello Stato. Quando elimineremo il parassita lo Stato ricomincerà a funzionare” ha detto al rientro da Parigi. Marzouki ha annunciato la propria candidatura alle presidenziali, previste entro 2 mesi.