ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Test dell'Esa sulle sonde: destinazione Mercurio

Lettura in corso:

Test dell'Esa sulle sonde: destinazione Mercurio

Dimensioni di testo Aa Aa

Un altro passo verso Mercurio.

Al centro Esa dei Paesi Bassi la sonda europea BepiColombo e un’altra sonda, giapponese, che saranno lanciate nel 2014, hanno superato i primi cruciali test termici.

Così Jan Van Casteren, Project Manager di BepiColombo: “Portare una sonda spaziale nell’orbita di Mercurio è la sfida più grande, a causa dell’ambiente termico. Sulla superficie Mercurio ha una temperatura che raggiunge i 400 gradi centigradi e ciò richiede nuove tecnologie per tutti i materiali usati all’esterno della sonda spaziale perché possano sopportare il calore”.

Le due sonde dovranno essere in grado di resistere al Sole, per questo gli scudi protettivi sono stati sottoposti a un simulatore solare.

Le sonde dovrebbero raggiungere Mercurio dopo un viaggio di sei anni. Solo allora gli scienziati potranno provare a capire la natura del nucleo del più piccolo tra i pieneti del sistema solare.