ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Orban al PE: "Pronto a difendere le mie idee"

Lettura in corso:

Orban al PE: "Pronto a difendere le mie idee"

Dimensioni di testo Aa Aa

Accoglienza polemica per Victor Orban al parlamento europeo.

Cartelli e eurodeputati imbavagliati, in riferimento alla controversa legge sui media varata dal parlamento dell’Ungheria, hanno fatto da sfondo a premier dell’Ungheria, paese che detiene la presidenza di turno dell’Unione europea.

Martin Schulz, capogruppo dei socialdemocratici:
“In una democrazia, signor primo ministro, i media controllano il potere. Con questa legge avviene il contrario. Il potere controlla i media”.

Daniel Cohn-Bendit dei verdi europei:
“Signor Orban siete sulla buona strada per diventare uno Chavez europeo, un nazional populista”.

Victor Orban chiede di non mischiare il piano di politica interna e quello di politica internazionale.

Pronto al dialogo, dice che non rinuncerà alle sue idee.

Viktor Orban: “Non mischiate le critiche per la politica interna del’Ungheria e la presidenza di turno ungherese. Se, comunque,così fosse, io sono pronto a lottare per i miei principi. Ma se mischiate i due piani non è l’Ungheria che pagherà il prezzo più alto ma l’Unione europea tutta”.

La legge sui media, varata dal parlamento ungherese alla fine dell’anno, è entrata in vigore il primo gennaio, sollevando un polverone di polemiche in tutta Europa.

Secondo la normativa, ribatezzata legge bavaglio, i media sono soggetti al controllo di un consiglio dei media, composto in larga parte dai membri del partito di maggioranza