ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA-Cina: rivali, ma anche partner

Lettura in corso:

USA-Cina: rivali, ma anche partner

Dimensioni di testo Aa Aa

Le due super-potenze, Cina e Stati Uniti, affrontano un vertice importantissimo: da rivali, ma anche partner. E hanno gli occhi del mondo puntati addosso.

Il primo punto nell’agenda di Barack Obama e Hu Jintao è naturalmenter l’economia: fonte di tensioni, ma anche tenace collante.

Le critiche americane riguardano soprattutto la valuta cinese, il Remninbi, meglio noto come Yuan.

La sua quotazione è troppo bassa, secondo Washington. Questo naturalmente comporta un vantaggio per le esportazioni cinesi, e la situazione non è cambiata di molto con la rivalutazione dello Yuan del 3,5%, decisa nel giugno scorso.

Per il 2011, il deficit della bilancia commerciale americana è previsto a circa 270 miliardi.

Un altro elemento che preoccupa non pochi è che la Cina ha in cassaforte 900 miliardi di dollari in buoni del tesoro americano: è il principale detentore del debito a stelle e strisce, ma questo viene compensato da altri aspetti nei rapporti economici bilaterali, secondo questo analista:
“I due governi, i due Paesi hanno raggiunto un’alta inter-dipendenza economica. Hanno entrambi bisogno di importanti riforme strutturali, nelle loro economie. Dobbiamo capire bene cosa stia facendo ciascuno dei due e perché e come aiutarli, perché quelle riforme poi funzioneranno in entrambi i Paesi”

Poi ci sono gli aspetti di politica internazionale, e in particolare la Corea del Nord: Washington vorrebbe che la Cina facesse più pressioni su Pyongyang per l’abbandono del programma nucleare.

Ovviamente, se si parla di nucleare, c‘è da mettere sul tavolo anche l’Iran: anche su questo, gli USA vorrebbero un ruolo più chiaro da parte di Pechino.

Poi ci sono varie questioni relative al ruolo crescente dei cinesi in Africa, e molti altri punti che danno una notevole importanza a questo vertice, tanto da richiamare alla memoria la storica visita a Washington di Deng Xiaoping: era il 1979, e nelle relazioni tra i due Paesi si inaugurò una nuova era.