ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tunisia: onda di protesta si espande nei paesi arabi

Lettura in corso:

Tunisia: onda di protesta si espande nei paesi arabi

Dimensioni di testo Aa Aa

Drammi umani e ribellioni si alternano a ondate di violenza urbana in diversi paesi arabi.

Un uomo si è dato fuoco al Cairo per ribellarsi contro il sistema di assegnazione del pane. La sua azione di protesta si è realizzata all’esterno del parlamento egiziano.

Stessa dinamica in Algeria, dove la disoccupazione giovanile tocca il 75%: quattro ragazzi hanno emulato il gesto di Mohammed Samir che in Tunisia aveva dato inizio alle agli scontri che hanno portato al rovesciamento del regime di Ben Ali. Uno di loro ha perso la vita.

Un altro giovane disoccupato si è dato fuoco davanti alla sede del Senato in Mauritania.

Sulla turbolenta situazione tunisina è intervenuto il leader libico Gheddafi, manifestando rammarico per la destituzione di Ben Ali.

La Lega Araba fa appello agli stati arabi, invitandoli a considerare la lezione della Tunisia.

L’onda della rivolta si espande impetuosa. Centinaia di studenti e attivisti yemeniti sono scesi in strada raggiungendo l’ambasciata tunisina.

Proteste analoghe anche in Giordania, dove tremila persone hanno partecipato a un sit-in davanti al Parlamento di Amman.