ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tunisia: nasce nuovo governo tra svolta e farsa

Lettura in corso:

Tunisia: nasce nuovo governo tra svolta e farsa

Dimensioni di testo Aa Aa

Il primo ministro tunisino Mohamed Ghannouchi ha annunciato la composizione del nuovo governo, dopo la caduta e la fuga del presidente Ben Ali.

L’esecutivo – ha detto il premier – si è impegnato a liberare tutti i prigionieri politici.

I ministri della Difesa, dell’Interno, delle Finanze e degli Affari Esteri manterranno i loro dicasteri.

Anche un blogger nel governo. Sarà sottosegretario alla gioventù.

Tre Esponenti dell’opposizione, come Ahmed Ibrahim avranno incarichi ministeriali.

“Dobbiamo fare un accordo sulla necessità di boicottare la precedente dittatura – ha spiegato Ibrahim guida del Partito Ettajdid (Rinnovamento) –

Un accordo per preparare le nuove elezioni in modo civile e pacifico. La gente deve essere in grado di esprimere ciò di cui ha bisogno attraverso trasparenti elezioni presidenziali”

Marzouki, leader dell’opposizione in esilio, ha definito il nuovo esecutivo una farsa.

Nuove elezioni si dovrebbero tenere entro due mesi.

“Un nuovo governo per la Tunisia. Dovrebbe essere un governo di unità nazionale, ma alcuni partiti sono stati esclusi – dice il nostro inviato a Tunisi Jamel Ezzedini – Alcuni movimenti e organizzazioni dei diritti umani hanno condannato la presenza di figure del vecchio regime nel nuovo esecutivo.

La polemica continua in Tunisia sulla credibilità di questo governo e sulla partecipazione del partito del presidente Ben Ali”.