ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libano: rinviate le consultazioni per nuovo governo

Lettura in corso:

Libano: rinviate le consultazioni per nuovo governo

Dimensioni di testo Aa Aa

Arrivano all’Aja gli atti di accusa dell’inchiesta sull’assassinio dell’ex primo ministro libanese Rafik Hariri. Il procuratore del Tribunale speciale per il Libano ha trasmesso i documenti al giudice che, una volta esaminati, dovrà decidere se istituire o meno un processo.

Il contenuto per il momento è top secret, ma secondo indiscrezioni, i fascicoli punterebbero il dito contro esponenti del movimento sciita Hezbollah.

A Beirut intanto niente consultazioni parlamentari. Almeno per il momento. Il presidente Michel Suleiman, come chiedevano diverse parti politiche, ha deciso di rinviare di una settimana i colloqui, che dovrebbero portare alla formazione di un nuovo governo.

L’esecutivo di unità nazionale, guidato dal premier Saad Hariri, è caduto mercoledì scorso dopo che undici ministri dell’opposizione, facente capo a Hezbollah, si erano dimessi.

La decisione era stata presa in aperto contrasto con il primo ministro che si era rifiutato di disconoscere il Tribunale speciale istituito per indagare sull’attentato del 14 febbraio del 2005, in cui perse la vita suo padre.