ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Berlusconi si difende in tv: Ruby? Persecuzione giudiziaria

Lettura in corso:

Berlusconi si difende in tv: Ruby? Persecuzione giudiziaria

Dimensioni di testo Aa Aa

Silvio Berlusconi ricorre a uno dei telegiornali Mediaset per diffondere la sua autodifesa nel caso Ruby. Non ho mai pagato una donna, dice il Premier che annuncia tra l’altro: dopo la separazione ho uno stabile rapporto di affetto. Cuore del messaggio è tuttavia l’attacco alla magistratura che a suo dire interverrebbe ad orologeria e perpetrando vari abusi.

“E’ assurdo soltanto pensare che io abbia pagato per avere rapporti con una donna. E’ una cosa che non mi è mai successa neanche una sola volta nella vita. Ed è una cosa che considererei degradante per la mia dignità” ha detto il Premier.

Al centro dello scandalo la giovane marocchina: per Berlusconi una ragazza bisognosa di aiuto, per i magistrati una prostitua entrata nel giro dei festini a luci rosse del Premier quando era ancora minorenne.

“Beh, ho ricevuto 7.000 euro per la prima sera che sono andata da lui […] perché comunque la ragazza che mi aveva accompagnato sapeva della mia situazione difficile perché ero appena arrivata a Milano ed era un pochettino difficile il viverci”. Questo quanto dichiarato dall’interessata.

Il Presidente del Consiglio ha ricevuto un invito a comparire davanti ai giudici di Milano per il prossimo fine settimana per rispondere delle accuse di concussione e prostituzione minorile. I legali di Berlusconi studiano come evitare il confronto coi magistrata e potrebbero puntare sulla competenza territoriale.