ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tunisia, rimpatriati i turisti europei

Lettura in corso:

Tunisia, rimpatriati i turisti europei

Dimensioni di testo Aa Aa

Riaperti gli scali tunisini, migliaia di turisti europei hanno potuto lasciato il paese in rivolta.

Mentre richiederà qualche giorno il ritorno a casa dei numerosi viaggiatori francesi, è quasi completato il rimpatrio della maggior parte dei tedeschi, belgi e britannici: “Appena ce lo hanno detto, è stato terrificante”, commenta una turista britannica, “Il personale dell’albergo è stato favoloso, ci teneva al sicuro. Ma dall’esterno sentivamo gli spari. E stamattina abbiamo visto la distruzione di negozi e luoghi visitati solo due giorni. È stato tutto così improvviso”.

Occhi aperti e gambe in spalla, è il suggerimento dato dai tour operator tedeschi per questa vacanza dalle emzioni troppo forti: “Ieri volevamo andare al mercato e c’era una grande manifestazione“racconta una turista tedesca, “L’agenzia viaggi ci ha detto che se avessimo visto anche solo un accenno di rivolta ci saremmo dovuti infilare subito in un taxi e lasciare la zona”.

A rischio il turismo tunisino che dà lavoro a più di 350 mila persone su 10 milioni di abitanti.

“Il rumore degli spari era ovunque”, dice una donna turca, “Attaccavano le case di notte. Il paese è in subbuglio. Ecco perché siamo fuggiti e venuti qui”.