ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tunisia: lunedì il nuovo governo, ma gli scontri continuano

Lettura in corso:

Tunisia: lunedì il nuovo governo, ma gli scontri continuano

Dimensioni di testo Aa Aa

Un nuovo governo per la Tunisia. Dell’esecutivo, che sarà presentato lunedì, faranno parte tre leader dell’opposizione ma anche alcuni ministri uscenti.

Nel Paese intanto è stata una domenica di violenza. Nella capitale, l’esercito, affiancato dalla guardia nazionale, si è scontrato con la guardia personale del capo di Stato deposto venerdì.

Sparatorie anche all’esterno palazzo presidenziale, alla periferia di Tunisi, al cui interno si erano asserragliati i fedelissimi di Ben Ali. Tra la gente, intanto, nasce una nuova consapevolezza.

“L’unico modo – dice un uomo – per battere gli agenti di sicurezza di Ben Ali è restare uniti. Se stiamo assieme possiamo vincere su tutti i fronti”.

“Questi giorni – aggiunge una donna – non sono più difficili di quelli passati. Intendo i giorni di Ben Ali. E i giorni che arriveranno saranno migliori se i tunisini resteranno uniti”.

Paura per il nostro inviato in Tunisia e il suo cameraman. La loro auto è stata presa d’assalto da alcune persone mentre attraversava la periferia di Tunisi.

Jamel Ezzedini, euronews: “A dispetto della presenza delle forze dell’ordine e malgrado il fatto che l’esercito cerchi di controllare la situazione, la paura e l’inquietudine regnano ancora in alcuni quartieri della città. Bande organizzate continuano a saccheggiare e ad aggredire chiunque in pieno giorno. Anche la troupe di euronews è diventata un obiettivo. I prossimi giorni saranno difficili se la polizia nazionale non riuscirà a tenere sotto controllo la situazione”.