ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brasile: più di 600 vittime. Si temono epidemie.

Lettura in corso:

Brasile: più di 600 vittime. Si temono epidemie.

Dimensioni di testo Aa Aa

L’esercito brasiliano cerca i sopravvissuti. In una domenica di quiete, dopo l’alluvione che ha devastato la regione di Rio de Janeiro uccidendo più di 600 persone, i militari sono al lavoro per recuperare coloro che sono rimasti isolati dal mare di fango che ha travolto tutto.

“Diverse unità militari sono arrivate da Rio de Janeiro – dice un poliziotto – Teresopolis non è mai stata così sicura”.

Undici gli elicotteri che perlustrano la zona, per la quale è stato dichiarato lo stato di calamità

naturale. Intere città distrutte dalla pioggia e dagli smottamenti del terreno. Imprecisato il numero dei dispersi.

“Molte persone – dice una donna – sono ancora sepolte. Ho un’amica che ha perso i suoi quattro figli. E non c‘è modo di arrivare là”.

Ora la corsa è contro il tempo per evitare che scoppino epidemie. Il procuratore generale ha deciso che i corpi vengano caricati su camion e portati in obitori lontani. Si allungheranno così i tempi per il loro riconoscimento.