ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ancora disordini a Tunisi, Ben Ali è fuggito in Arabia Saudita

Lettura in corso:

Ancora disordini a Tunisi, Ben Ali è fuggito in Arabia Saudita

Dimensioni di testo Aa Aa

Scontri anche nella notte a Tunisi, nonostante il coprifuoco e la proclamazione dello stato d’emergenza. Testimoni sul posto riferiscono di inseguimenti e arresti anche sulla centralissima Avenue Bourghiba, non lontano dal Ministero degli Interni.

Poche ore prima il Presidente Ben Ali aveva lasciato il Paese, dopo 24 anni al potere. Ora si trova in Arabia Saudita.

È stato rimpiazzato, ad interim, dal primo ministro Mohammed Gannouchi, che ha confermato la tenuta di libere elezioni entro sei mesi.

Il Governo è stato sciolto, e Ghannouchi guida un direttorio di sei persone.

Tunisi è al buio, per un taglio della corrente decretato dalle autorità. Ma né questo, né il coprifuoco, sembrano scoraggiare chi saccheggia o chi, comunque, manifesta.

L’inviato di Euronews:

“La libertà è arrivata, per tutti quelli che hanno creduto al loro diritto a vivere una vita degna. È per celebrare questo che sono scese in strada centinaia di tunisini, malgrado l’imposizione del coprifuoco e dello stato d’emergenza. Hanno espresso la loro gioia per la partenza del presidente Ben Ali.

Se ne è andato, sostituito dal Primo Ministro Mohammed al Gannouchi che assume la Presidenza ad interim. Quello che succederà poi, è ancora tutto da vedere”.