ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rientra Hariri: Libano in piena crisi

Lettura in corso:

Rientra Hariri: Libano in piena crisi

Dimensioni di testo Aa Aa

Ritorna in un Libano in piena crisi il premier Saad Hariri. L’incontro con l’omologo Recep Tayyp Erdogan, in Turchia, ha concluso un tour internazionale segnato dalla caduta del governo di unità nazionale.

Era a colloquio con il presidente Barak Obama, Hariri, quando, mercoledì, l’opposizione guidata da Hezbollah ha abbandonato l’esecutivo. Un’azione di protesta contro l’appoggio del premier al tribunale Onu che indaga sull’assassinio del padre Rafik.

I gruppi parlamentari stanno organizzando riunioni d’urgenza in vista delle consultazioni parlamentari di lunedì, in cui il presidente Michel Suleiman, dovrà nominare un nuovo premier. Il nostro inviato:

“Questa nuova crisi è diversa: il passaggio di uno dei partiti all’altra sponda può trasformare la minoranza in maggioranza e vicevera. Lunedì, con le consultazioni parlamentari, i libanesi conosceranno il loro futuro”.

E’ quasi pronta la bozza dell’atto d’accusa del Tribunale Speciale dell’Onu per il Libano. Secondo indiscrezioni il tribunale intende incrimminare membri di Hezbollah per l’assassinio di Rafik Hariri nel 2005.