ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brisbane, volontari iniziano a ripulire

Lettura in corso:

Brisbane, volontari iniziano a ripulire

Dimensioni di testo Aa Aa

Un esercito di volontari armati di pale e scope ha iniziato a ripulire Brisbane e le altre città del Queensland, devastate dall’alluvione.

Uno sforzo da dopoguerra che prenderà diverse settimane, come ha dichiarato il premier di questo stato nel nord est dell’Australia. Le acque che cominciano a ritirarsi portano alla luce case e strade sommerse da una melma nauseabonda, che si cerca di eliminare quanto prima per scongiurare il rischio di epidemie.

Trentamila abitazioni sono state inondate e 65mila sono rimaste senza elettricità. Molte non saranno più abitabili. Il bilancio delle vittime accertate dopo l’ondata di piena di questa settimana è salito a 16, con una sessantina di dispersi. In tutto, l’area sommersa dall’inizio delle inondazioni, a dicembre, è vasta quanto il Sudafrica.

Ancora da quantificare i danni all’economia della regione, basata in larga parte sull’estrazione del carbone. Dopo il taglio delle esportazioni, le quotazioni del carbone sono aumentate di un terzo sul mercato internazionale.