ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tunisia: la Francia condanna violenze

Lettura in corso:

Tunisia: la Francia condanna violenze

Dimensioni di testo Aa Aa

Per la prima volta anche la Francia ha condannato le violente repressioni dei manifestanti in Tunisia, unendosi al coro europeo. Da Tunisi Neiji el-Beghouri, presidente del sindacato nazioanle dei giornalisti, descrive il clima di queste ore:

“La scorsa notte ci sono stati scontri tra manifestanti e forze dell’ordine nella periferia della capitale e nei dintorni. Secondo i rapporti di sindacati e giuristi i morti sono 16. In questo momento qui può accadere di tutto. Noi speriamo che non si verifichi il peggio. Vogliamo solo che in un clima democratico si rispettino i diritti umani e tutte le libertà: quella di stampa, di espressione e manifestazione. Un clima in cui si possa affrontare la corruzione e l’abuso di potere, e si dia a tutti la possibilità di partecipare della ricchezza del Paese.”

Una cinquantina di persone di origine tunisina hanno manifestato a Berlino davanti alla sede del Ministero degli Esteri. “Dov‘è l’Europa?”: questa una delle scritte sui loro cartelli. Su iniziativa della Germania venerdì si terrà una nuova riunione del Comitato politico e di sicurezza dell’Unione.