ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Muro anti-immigrati": altolà di Bruxelles ad Atene

Lettura in corso:

"Muro anti-immigrati": altolà di Bruxelles ad Atene

Dimensioni di testo Aa Aa

Un muro al confine tra Grecia e Turchia, come quello che separa Stati Uniti e Messico? L’ipotesi avanzata da Atene per arginare l’immigrazione clandestina non piace a Bruxelles.

Una misura a breve termine, secondo il portavoce della Commissaria europea agli affari interni Cecilia Malmstroem, che non contribuirebbe a risolvere in maniera strutturale il problema.

Il tratto di frontiera terrestre interessato dai piani greci costituisce oggi una delle principali porte d’accesso ai paesi dell’Unione Europea dell’immigrazione illegale in provenienza da Africa e Asia. Da qui, la proposta avanzata negli scorsi giorni dal ministro per la protezione dei cittadini, Christos Papoutsis. Un passo, ha detto, suggerito dai sempre più preoccupanti livelli raggiunti dal fenomeno nel corso degli ultimi mesi.

Non manca però chi ascrive all’annuncio di Atene il semplice intento di aumentare il pressing su Bruxelles, al fine di ottenere un’ulteriore proroga della missione delle cosiddette “Rabit”: le squadre europee di pronto intervento contro l’immigrazione clandestina, già operative in questo tratto di confine.