ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Eonnagata", uno spettacolo 'fusion'

Lettura in corso:

"Eonnagata", uno spettacolo 'fusion'

Dimensioni di testo Aa Aa

Tre stelle sulla scena: la danzatrice francese Sylvie Guillem, il regista canadese Robert Lapage, e il coreografo inglese Russell Maliphant. Uno spettacolo: “Eonnagata”.

In Canada, a Toronto, li abbiamo incontrati in piena tournée.

Eroe del loro balletto il Cavaliere d’Eon de Beaumont, che lavorò come spia al servizio di Luigi XV, in pieno Settecento. Si dice sia stato il primo a travestirsi da donna durante le sue missioni segrete.

“Fu un diplomatico, ci racconta Syvie Guillem, un Capitano dei Dragoni, ma era pure facilmente scambiabile per una donna grazie alla sua bellezza, e al fatto di essere imberbe. Fu dunque una spia, e una persona estremamente colta: scrisse molto… aveva inoltre un’alta considerazione di sé.”

“Non è solo uno spettacolo sul genere sessuale, si rifà al mito stesso del genere sessuale, dice il regista Robert Lepage. Naturalmente il personaggio che mettiamo in scena è una persona realmente esistita, ma nella nostra storia ha le caratteristiche di entrambi i sessi.”

La luce è la seconda protagonista dello spetaccolo.

“La luce, spiega il coreografo Russell Maliphant, cambia la forma dello spazio, ed è come se lo spazio respirasse – è così che diventa un elemento coreografico. E cambia anche la relazione tra lo spettatore e lo spazio, anche graficamente, perché la luce dipinge.”

La musica è un mix di generi ed epoche: barocca, accanto a percussioni contemporanee.

I costumi, di epoche diverse, sono stati disegnati dal compianto stilista inglese Alexander McQueen.

Fonte d’ispirazione: il teatro kabuki giapponese, in cui attori uomini ricoprono ruoli femminili.

Spiega Sylvie: “La complessa tematica del genere, la sua dualità, la sessualità, il travestimento – tutto ciò ci ha portati verso il Giappone. Per questo lo spettacolo si chiama Eonnagata, c‘è un riferimento ai ballerini che interpretavano, splendidamente, ruoli femminili con risultati di grande eleganza e raffinatezza.”

Lo spettacolo è stata una vera avventura per questi artisti, l’occasione di esplorare nuovi territori e di fondere teatro e danza.

“Direi che tutti e tre abbiamo fatto la sceneggiatura, la regia, e la coreografia, sottolinea Robert Lepage. E la fiducia è reciproca, ognuno di noi si fida del giudizio dell’altro.”

Eonnagata è in tournée in tutto il mondo – una vera e propria esperienza culturale per gli stessi artisti, che si concluderà solo l’anno prossimo in Giappone.