ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Palestinesi delusi da Usa, deboli con Israele

Lettura in corso:

Palestinesi delusi da Usa, deboli con Israele

Dimensioni di testo Aa Aa

Americani deboli di fronte all’ostinazione israeliana. Questa l’accusa dell’Autorità palestinese, dopo la decisione dell’amministrazione Obama di lasciar cadere la richiesta a Israele di congelare le attività edilizie nelle colonie in Cisgiordania. Una condizione che i palestinesi giudicavano indispensabile per sbloccare i negoziati di pace.

“E’ deplorevole – sostiene il portavoce dell’Autorità palestinese – che gli sforzi per convincere Israele a fermare l’espansione degli insediamenti non abbiano avuto successo”.

I negoziati di pace, ripresi in settembre, sono stati interrotti dai palestinesi quando Israele ha rifiutato di estendere una moratoria sulle attività edilizie.

“Israele resta decisa a continuare gli sforzi per arrivare a un accordo di pace storico con i palestinesi che porti a una vera riconciliazione tra i due popoli”, ha dichiarato un portavoce del governo Netanyahu.

Gli Stati Uniti sono orientati a proporre un ritorno a negoziati indiretti. Ma i palestinesi puntano ora al riconoscimento di un loro stato nel quadro della comunità internazionale e hanno espresso riconoscenza a Brasile, Argentina e Uruguai, per aver riconosciuto lo stato palestinese con i confini del 1967.