ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ue sostiene l'adesione della Russia all'OMC

Lettura in corso:

Ue sostiene l'adesione della Russia all'OMC

Dimensioni di testo Aa Aa

Cade il veto europeo all’ingresso della Russia nell’Organizzazione del Commercio Mondiale. L’intesa sottoscritta a Bruxelles spiana la strada all’adesione di Mosca nel 2011.

“In seguito agli accordi che abbiamo raggiunto con gli Stati Uniti e ora con l’Unione europea – ha detto il presidente russo Medvedev – la nostra adesione all’OMC diventa praticamente una realtà”.

Formalmente, è un obiettivo che Mosca persegue da diciassette anni, anche se non sempre con la stessa determinazione. Per superare le resistenze europee, si è impegnata ad abbassare una serie di imposte doganali sul commercio di legname e sull’utilizzo della sua rete ferroviaria.

L’analista Michael Emerson sostiene che queste barriere commerciali hanno costituito finora un ostacolo insormontabile: Mosca aveva aumentato le tasse su diversi beni importati dall’Unione e sovvenzionava le sue aziende esportatrici di legname. Queste misure arbitrarie e unilaterali – dice – sono incompatibili con le norme dell’Organizzazione del Commercio Mondiale.

Tra gli obiettivi di Mosca, c‘è anche quello di arrivare a un regime di liberalizzazione dei visti di ingresso nell’Unione. Il processo è cominciato – assicurano i vertici europei – ma non si concluderà nel breve termine.

Il nostro corrispondente da Bruxelles, Sergio Cantone: “La liberalizzazione dei visti e un buon equilibrio commerciale tra l’Unione europea e la Russia, soprattutto dopo l’adesione di quest’ultima all’OMC, avrebbero permesso all’attuale presidente russo Medvedev di rientrare a Mosca con un bel regalo di Natale: soprattutto perché gli avrebbe fornito una marcia in più nella sua corsa al Cremlino, futura, nei confronti del rivale, l’attuale primo ministro Vladimir Putin”.