ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia, scontri manifestanti-polizia a due anni dall'uccisione di Alexis

Lettura in corso:

Grecia, scontri manifestanti-polizia a due anni dall'uccisione di Alexis

Dimensioni di testo Aa Aa

Due anni fa moriva un giovane anarchico, ucciso dal proiettile sparato da un agente di polizia: circa tremila giovani hanno voluto ricordarlo, ad Atene, e poi in serata altri 5.000, in gran parte aderenti alla sinistra radicale.

Hanno lanciato bottiglie vuote, bombe molotov e arance sulla polizia, che ha risposto con i lacrimogeni.

La protesta era molto temuta, anche perché si aggiungeva alle tensioni dovute alla crisi finanziaria: per questo era stato predisposto un cordone di oltre duemila agenti.

Il 6 dicembre del 2008, l’uccisione del 15enne Alexis Grigoropoulos, nel corso di una manifestazione anarchica, causò giorni di scontri particolarmente violenti.

L’agente che aveva sparato è stato poi condannato all’ergastolo, e un suo collega a dieci anni di carcere.