ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto. Ballottaggio delle legislative. Gli oppositori si ritirano

Lettura in corso:

Egitto. Ballottaggio delle legislative. Gli oppositori si ritirano

Dimensioni di testo Aa Aa

Ballottaggio delle elezioni politiche in Egitto. Il partito del presidente Hosni Moubarak concorre praticamente da solo dopo che il primo turno di domenica scorsa ha suscitato accuse di brogli e violenze.

La principale forza di opposizione, quella dei Fratelli Mussulmani, non ha ottenuto seggi, e boicotta il secondo turno. Sono sulla stessa linea e hanno denunciato pressioni per convincerli a restare in campo, i liberali laici del Wafd, eredi dei nazionalisti che negoziarono con la potenza britannica nel secolo scorso:

“Le elezioni funzionerebbero meglio se venissero controllate dal potere giudiziario – dice un elettore – Se qualcuno si ritira è una sua decisione personale. L’opposizione qui è debole, il fatto che si ritiri è poco significativo”.

“Voglio informarmi bene sul candidato che scelgo – aggiunge una giovane elettrice – devo sapere se si impegnerà a risolvere i problemi che mi stanno a cuore. Perché quelli che abbiamo votato cinque anni fa non hanno fatto nulla”.

Al primo turno la formazione di Mubarak, il Partito Nazionale Democratico, ha conquistato 209 seggi su 221.