ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna, la rabbia dei passeggeri bloccati a terra

Lettura in corso:

Spagna, la rabbia dei passeggeri bloccati a terra

Dimensioni di testo Aa Aa

E negli hotel spagnoli volano gli insulti ed esplode la rabbia dei passeggeri contro gli scioperanti.

Licenziateli, urlano in molti mentre i controllori di volo vengono protetti e scortati dalle forze dell’ordine.

Sono almeno 250 mila le persone in partenza per il lungo ponte della Costituzione, cinque giorni di vacanza messi a rischio dallo sciopero improvviso e dal conseguente caos negli aeroporti.

“Chiediamo solo di volare, vorremmo passare la festa nelle nostre case, con le nostre famiglie”, dice una viaggiatrice, “e riuscire ad arrivarci”.

“Secondo la compagnia aerea”, afferma un altro passeggero, “il prossimo volo per la Polonia è lunedi. Stiamo cercando di trovare un albergo”.

Una protesta a sorpresa contro la parziale privatizzazione dell’ente aeroportuale nazionale e che ha reso ancora più impopolare una categoria accusata di incrociare le braccia troppo spesso nei periodi di traffico intenso.