ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Costa D'Avorio ha il nuovo presidente: Alassane Ouattara il principale rivale del presidente uscente Gbagbo

Lettura in corso:

La Costa D'Avorio ha il nuovo presidente: Alassane Ouattara il principale rivale del presidente uscente Gbagbo

Dimensioni di testo Aa Aa

Da domenica, giorno del ballottaggio, i fedelissimi di Ouattara e i sostenitori di Gbagbo, il cui mandato era scaduto 5 anni fa, si sono accusati reciprocamente di aver truccato le  elezioni inizialmente viste come l’unico tentativo di riunificare un Paese diviso da anni di guerra civile.
 
La rivalità tra i due risale al 2000 quando Gbagbo prende in mano le redini della Costa D’Avorio  respingendo la legittimità politica del rivale e scatenando violente proteste nel nord del paese.
 
Nel settembre 2002 truppe di ribelli cercano di rovesciare il presidente Gbagbo. Il colpo di stato fallisce ma il paese si spacca in due, con il nord a maggioranza musulmana e il sud cristiano.Nel 2003, il presidente e i capi dei ribelli firmarono degli accordi per la creazione di un ‘governo di unità nazionale’ ma fortemente instabile. 
 
Proprio l’instabilità politica ha pesato non poco sull’economia della Costa d’Avorio uno dei piu’ grandi produttore di cacao. Fino ai primi anni ottanta il paese africano godette di un lungo periodo di notevole sviluppo. Negli anni successivi l’economia subì però un forte arresto a causa del crollo dei prezzi. Oltre a caffè, cacao e olio di palma, lo stato produce ed esporta grandi quantità di legno, banane e ananas.
 
Altro elemento della Costa d’Avorio è il livello dell’educazione scolastica, rispetto ai paesi africani vicini, meno della metà della popolazione risulta analfabeta.
 
La speranza è che ora con Ouattara presidente si possa aprire una nuova fase. La Costa D’Avorio si prepara a voltare pagina dopo decenni di conflitti interni e divisioni politiche e territoriali.