ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Haiti, osservatori Oas/Caricom: "Elezioni valide, malgrado irregolarità"

Lettura in corso:

Haiti, osservatori Oas/Caricom: "Elezioni valide, malgrado irregolarità"

Dimensioni di testo Aa Aa

Elezioni ad Haiti valide, malgrado le irregolarità. È la posizione della missione congiunta dell’Organizzazione degli Stati Americani (Oas) e dei Paesi della Comunità dei Caraibi (Caricom). I responsabili di quella dell’Unione Europea per il momento non si sono ancora espressi sulle legislative e presidenziali, caratterizzate da accuse di brogli, violenze e incidenti.

“Sulla base delle osservazioni negli undici dipartimenti elettorali, la missione congiunta non ritiene che queste irregolarità, per quanto gravi possano essere state alcune di esse, abbiano necessariamente reso non valido il processo” ha spiegato Colin Granderson, capo della missione congiunta Oas/Caricom.

Due dei favoriti alle presidenziali – Mirlande Manigat, moderata di sinistra che rappresenta le classi medie, e Michel Martelly, popolare astro della musica nazionale ‘kompa’ – hanno attenuato le loro posizioni riguardo alla validità delle elezioni. Quest’ultimo che, come la maggior parte degli altri candidati, aveva chiesto domenica l’annullamento del primo turno delle presidenziali, ha auspicato che lo scrutinio prosegua normalmente, giudicando i brogli meno gravi del previsto. Altri dieci aspiranti presidenti hanno invece reiterato il loro appello per un non riconoscimento della consultazione.

I risultati elettorali non saranno noti prima di domenica. Se nessuno dei candidati alle presidenziali avrà almeno il 50 per cento dei voti, sarà necessario un ballottaggio, in programma per il 16 gennaio.