ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: opposizione in piazza per denunciare brogli

Lettura in corso:

Egitto: opposizione in piazza per denunciare brogli

Dimensioni di testo Aa Aa

Centinaia di attivisti e di esponenti dell’opposizione sono scesi in piazza al Cairo per protestare contro le elezioni legislative di domenica. Hanno gridato “ci hanno rubato il sogno, ci hanno rubato le elezioni” e bruciato fotografie di membri del Partito Nazionale Democratico di Hosni Mubarak, che avrebbe ottenuto una maggioranza schiacciante nel Parlamento egiziano. “La mancata implementazione delle leggi – dice l’attivista per i diritti umani egiziano Hafez Abu Saada -, il controllo dei media, l’avere impedito la partecipazione della società civile sono fattori che fanno sollevare dubbi su queste elezioni”.

I risultati definitivi di questo primo turno sono attesi tra poche ore. Il ballottaggio è in programma il 5 dicembre. Le accuse provengono soprattutto dai Fratelli Musulmani, movimento illegale che nel 2005 divenne il primo partito di opposizione e i cui esponenti si sono presentati da indipendenti. “Stando ai risultati preliminari – dice il nostro corrispondente Mohamed Elhamy -, e come ci si attendeva, il Partito Nazionale Democratico dominerà il Parlamento. L’opposizione, invece, crolla, a causa, come sostengono i Fratelli Musulmani, della violenza e di frodi senza precedenti nel processo elettorale”.