ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Legislative Moldova, maggioranza seggi a coalizione al potere

Lettura in corso:

Legislative Moldova, maggioranza seggi a coalizione al potere

Dimensioni di testo Aa Aa

Nelle elezioni politiche in Moldova, va alla coalizione filo-europea al potere la maggioranza dei seggi in Parlamento. Non ha tuttavia raggiunto la quota necessaria, vale a dire 61, per eleggere il capo dello Stato, al pari del partito comunista. Con oltre il 95% dei voti scrutinati, quest’ultimo ha ottenuto più del 40,5% dei consensi, equivalenti a 44 seggi sui 101 disponibili.

Quelli restanti risultano al momento conquistati da tre dei quattro partiti della coalizione al potere: quello liberal-democratico del premier Vlad Filat (che, stando agli ultimi risultati, ha ottenuto quasi il 29% delle preferenze); quello liberale del presidente del Parlamento Mihai Ghimpu (che ha raccolto oltre il 9% dei voti), e il partito democratico (a cui sono andati quasi il 13% dei consensi). È la terza volta, in meno di due anni, che gli aventi diritto vanno alle urne per le elezioni legislative.

“La Moldova ha un futuro solo con qualche tipo di accordo con la Russia – afferma un abitante della capitale Chisinau – perché qui abbiamo un popolazione che parla Russo e una che parla Moldavo, e non riesco a vedere il Paese come una parte dell’Europa”.

“Mi piacerebbe avere un governo democratico” commenta un’altra residente della capitale. “Voglio che la gente si senta libera nel nostro Paese. Vorrei che la Moldova avesse un’identità politica stabile, perché ne abbiamo abbastanza della crisi politica”.

Popolata da circa 4,3 milioni di persone, la piccola repubblica ex sovietica, incastonata fra Romania e Ucraina, risulta uno dei paesi più poveri del continente europeo.