ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Haiti: 12 candidati chiedono l'annullamento, ma le elezioni sono valide

Lettura in corso:

Haiti: 12 candidati chiedono l'annullamento, ma le elezioni sono valide

Dimensioni di testo Aa Aa

Alla chiusura dei seggi le schede inutilizzate si sono trasformate in giochi per i tanti bambini presenti nei locali deputati allo scrutinio. Un’immagine che la dice lunga sulle condizioni nelle quali si sono svolte le elezioni ad Haiti.

La commissione elettorale ha giudicato valida la consultazione legislativa e presidenziale, nonostante le molte proteste che hanno animato la giornata di ieri. Costate, tra l’altro, la vita ad almeno due persone nella città meridionale di Aquin.

A nulla sono valse le richieste di annullamento avanzate da ben 12 dei 18 candidati alla poltrona di presidente, che René Perval ha rimesso in palio per la scadenza del suo mandato. E proprio ai suoi uomini sono da attribuire, secondo gli oppositori, i brogli che sarebbero avvenuti durante le votazioni.

Dopo la chiusura delle urne gli osservatori internazionali hanno espresso viva preoccupazione per come le operazioni si sono svolte, nonostante i 12mila caschi blu dell’Onu presenti per assistere la polizia locale nel controllo dei seggi.

La poverissima isola caraibica è stata colpita a gennaio da un terremoto che ha causato 300mila vittime.