ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scontri e coprifuoco in Costa d'Avorio, si vota per le Presidenziali

Lettura in corso:

Scontri e coprifuoco in Costa d'Avorio, si vota per le Presidenziali

Dimensioni di testo Aa Aa

Scontri, morti e accuse reciproche tra i sostenitori di Laurent Gbagbo e Alassane Ouattara: non basta una stretta di mano simbolica tra i due candidati alla presidenza della Costa d’Avorio, non bastano i sorrisi, non basta la mediazione di Blaise Compaoré, il presidente del Burkina Faso, che ha incontrato i due candidati ivoriani per tentare di garantire tranquillità al secondo turno delle Presidenziali.

Ad Abidjan, nel distretto di Abobo, si sono registrati almeno tre morti, dopo quello di giovedì: sembra che la polizia abbia sparato sulla folla, e che successivamente alcuni gruppi abbiano cominciato a circolare armati di bastoni e machete.

Per questo, in serata, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito ha annunciato ieri sera l’istituzione immediata del coprifuoco. Il provvedimento, che inizialmente avrebbe dovuto entrare in vigore dopo il voto di oggi, era stato preannunciato dal presidente uscente, Laurent Gbagbo, ma il campo opposto aveva subito detto che non l’avrebbe rispettato, perché “apre la porta alle frodi”, aveva spiegato Ouattara.