ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Haiti: bassa affluenza alle urne per violenze e colera

Lettura in corso:

Haiti: bassa affluenza alle urne per violenze e colera

Dimensioni di testo Aa Aa

Bassa affluenza ad Haiti che oggi sceglie il successore del presidente René Preval e vota per il rinnovo della Camera e di un terzo del Senato.

A tenere lontani dalle urne molti dei 4,7 milioni di elettori, le violenze e la paura del colera.

E per la prima volta il paese più povero delle Americhe, colpito in sequenza micidiale da terremoto, inondazioni e malattie, potrebbe essere guidato da una donna: Mirlande Manigat, settant’anni, già first lady nel 1988.

Contro di lei corre Jude Celestin, anni 48, delfino del presidente uscente.

Terzo tra i favoriti, il cantante Sweet Micky Martelly, appena sfuggito a un attentato.

I caschi blu dell’Onu vigilano armi in pugno sullo svolgimento regolare del voto che con tutta probabilità avrà un secondo turno il 16 gennaio prossimo.