ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Egitto al voto, timori di violenze e brogli


Egitto

Egitto al voto, timori di violenze e brogli

Egitto al voto per il primo turno delle legislative. Urne aperte già dalle 8 fino alle 19, ora locale, per i 40 milioni di aventi diritto. Da rinnovare 508 seggi dell’Assemblea del Popolo egiziana, 64 destinati alle donne: sono le prime elezioni con le quote rosa.

Clima teso fra il partito del presidente Hosni Moubarak, favorito, e i Fratelli musulmani. Per evitare scontri le operazioni di voto sono sorvegliate da migliaia di poliziotti.

Il direttore dell’Istituto Internazionale di Studi sui Diritti dell’Uomo, Bahey El Din Hassan, denuncia: “Queste elezioni non hanno la minima trasparenza. Il governo ha rigettato gli osservatori internazionali e il monitoraggio della società civile sarà molto limitato.”

Nei giorni scorsi Human Rights Watch ha parlato di intimidazioni, leggi restrittive e arresti arbitrari. Ad Alessandria 12 attivisti dei Fratelli musulmani sono stati condannati a due anni di carcere per manifestazioni illegali.

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Irlanda: 50.000 in corteo a Dublino contro tagli