ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Irlanda: 50.000 in corteo a Dublino contro tagli

Lettura in corso:

Irlanda: 50.000 in corteo a Dublino contro tagli

Dimensioni di testo Aa Aa

Un corteo, scandito dal suono delle cornamuse, ha percorso Liffey Street e raggiunto simbolicamente gli Uffici Generali delle Poste di Dublino, dove fu letta nel 1916 la dichiarazione d’indipendenza.

5omila irlandesi, mobilitati dai sindacati, hanno manifestato contro la manovra quadriennale da 15 miliardi, che il governo vuole far passare entro l’inverno. È lo scotto che l’ex tigre celtica deve pagare per ottenere il prestito di 85 milardi di euro da Unione Europea e Fondo Monetario Internazionale.

Il piano prevede tagli ai salari minimi, 28mila posti in meno e decurtazione degli stipendi nel pubblico, oltre al ritocco delle pensioni.

La manifestazione arriva dopo l’ultima tegola piombata sulla testa del premier Brian Cowen: la sconfitta del candidato del suo partito nel Donegal, che ha reso ancora più risicata la sua maggioranza.

Ora, con soli due seggi in più rispetto al blocco dell’opposizione, sarà ancora più dura far passare la manovra di austerità.

“Sono stato eletto democraticamente leader di questo partito. Io sono il primo ministro di questo Paese e voglio continuare con il mio lavoro”, ha dichiarato Cowen.

Il premier ha annnuciato che darà le dimissioni solo dopo l’approvazione dei tagli al bilancio. Ma l’opposizione punta a far cadere il governo prima.