ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Haiti alle urne per le presidenziali

Lettura in corso:

Haiti alle urne per le presidenziali

Dimensioni di testo Aa Aa

Haiti si appresta a scegliere il successore di René Preval a una presidenza pericolante quanto il paese, colpito in sequenza micidiale da terremoto, inondazioni e colera.

Non sanno neppure dove andare a votare, i 4 milioni e 6 di elettori che, disorientati e insoddisfatti, sono chiamati a rinnovare anche la Camera e un terzo del Senato.

“C‘è una forte frustrazione a Port-au-Prince, specialmente nei campi profughi”, spiega Colin Granderson, a capo di una missione di osservatori, “Nello stesso tempo, molti candidati sperano che questa stessa frustrazione spinga le persone a votare contro il partito al potere”.

E nel paese più povero delle Americhe, per la prima volta potrebbe essere eletta una donna.

Mirlande Manigat, settant’anni, first lady per pochi mesi nel 1988 e nei sondaggi data al 36 per cento.

Il suo rivale è Jude Celestin, che di anni ne ha 48 e con il sostegno del presidente uscente arriva al 20 per cento.

Chiunque vinca, dovrà gestire la rabbia per una difficile coabitazione con gli oltre 7000 caschi blu.

E soprattutto, guidare l’isola ancora piena di macerie e di senza tetto fuori dall’emergenza colera che ha già fatto 1600 morti.