ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Portogallo: approvata manovra finanziaria anti-deficit

Lettura in corso:

Portogallo: approvata manovra finanziaria anti-deficit

Dimensioni di testo Aa Aa

Un giro di vite senza precedenti. È quello che dovranno affrontare, dal prossimo anno, i portoghesi. Il parlamento di Lisbona, infatti, ha approvato la manovra per il 2011 che mira a ridurre il deficit pubblico dal 7,3% di quest’anno al 4,6%.

I tagli, che dovrebbero consentire al governo un risparmio di cinque miliardi di euro, prevedono una riduzione degli stipendi degli statali, degli investimenti pubblici, della spesa sociale, il congelamento delle pensioni e l’aumento delle tasse.

Una finanziaria necessaria, come ribadisce il premier portoghese José Socrates: “Non ci sono alternative a queste difficili misure. I politici lavorano nell’interesse del Paese e occorre capire che questi provvedimenti sono assolutamente necessari. Chiaro, ci sono molti che pensano che siano solo interessi politici e dei partiti ma questo non è il momento per pensarlo”.

Il documento finanziario è stato adottato con il voto favorevole dei socialisti, che guidano un governo di minoranza, e l’astensione del principale partito d’opposizione. Mercoledì scorso, intanto, in Portogallo è stato il giorno dello sciopero generale, proclamato dai due principali sindacati, che ha paralizzato il Paese. L’ultima astensione dal lavoro di questo tipo risaliva al 1988.