ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Attentato Karachi: de Villepin, altre accuse contro Balladur

Lettura in corso:

Attentato Karachi: de Villepin, altre accuse contro Balladur

Dimensioni di testo Aa Aa

L’attentato di Karachi del 2002 non c’entra con la sospensione delle tangenti sui contratti di armi al Pakistan.

Lo ribadisce, dopo quattro ore di audizione, l’ex primo ministro francese Dominique de Villepin: “Ho detto al giudice van Rumbeke che secondo me non c‘è alcun legame tra l’attentato di Karachi e la sospensione da parte del presidente Jacques Chirac dei versamenti delle commissioni.”

Secondo l’avvocato delle famiglie delle vittime, de Villepin ha ribadito comunque ai giudici il “forte sospetto” che queste tangenti siano rientrate dal Pakistan nelle tasche dei politici francesi e abbiano finanziato la campagna elettorale dell’allora avversario nel centro-destra di Chirac, Edouard Balladur.

Un’altra stilettata di de Villepin a Sarkozy: avversari oggi come ieri.

Durante le presidenziali del 1995, Sarkozy era portavoce di Balladur, de Villepin segretario generale dell’Eliseo con il neo-eletto Chirac.

Nell’attentato di Karachi morirono 11 francesi e 3 pachistani.