ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nuova Zelanda. Tutti morti i 29 minatori, si cercano i corpi

Lettura in corso:

Nuova Zelanda. Tutti morti i 29 minatori, si cercano i corpi

Dimensioni di testo Aa Aa

Le ultime speranze sono crollate, i 29 operai della miniera neozelandese sono tutti morti secondo la polizia. I familiari hanno ricevuto la notizia durante una riunione con i responsabili locali.

I soccorritori non sono potuti scendere nella galleria principale della miniera di Pike River a causa della forte presenza di metano. Poi è avvenuto quello che si temeva, una seconda forte eplosione dopo quella di venerdì che ha intrappolato i minatori sottoterra.

l Paese è in lutto, ha detto il primo ministro John Key. “E’ una tragedia nazionale. Una tragedia per le famiglie di questi uomini, per i loro colleghi di lavoro e i loro amici, la loro comunità e il loro Paese”. afferma Key. “La Nuova Zelanda è un piccolo Stato, uno Stato in cui siamo i guardiani dei nostri fratelli, quindi la perdita di tutti questi fratelli ci infligge un colpo doloroso”.

Le famiglie sono indignate: secondo loro i soccorritori sarebbero dovuti entrare in miniera subito dopo la prima esplosione perché in quel momento i gas si stavano dissipando. “Bene, l’impresa ha ottenuto ciò che voleva, venerdì notte hanno sprecato un’opportunità e ora la verità non può venire fuori visto che nessuno è sopravvissuto per poter raccontare quello che è successo”, dice Lawrie Drew, padre di Zen, minatore di 21 anni.

Le squadre di soccorso ora sono alla ricerca dei corpi.

Tra gli operai 24 neozelandesi, due australiani, due britannici e un sudafricano.