ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kosovo, vita da uomo libero per ricercato Stati Uniti

Lettura in corso:

Kosovo, vita da uomo libero per ricercato Stati Uniti

Dimensioni di testo Aa Aa

Ricercato dagli Stati Uniti perché sospettato di aver sostenuto in vario modo il terrorismo islamico, vive senza nascondersi in Kosovo e si proclama innocente. Bajram Asllani, kosovaro albanese, non può essere estradato dalle autorità locali a causa dello status internazionale inusuale della provincia autoproclamatasi indipendente dalla Serbia.

“Se fossi stato armato e pericoloso – commenta dalla sua casa a Mitrovica – non sarei in questa situazione, ma vorrei avere una vita migliore. Se vogliono sospettare di me…ma la realtà e la verità sono dalla mia parte”.

L’Eulex, la missione europea di polizia e giustizia in Kosovo, chiamata a trattare i casi rilevanti connessi con il terrorismo e i crimini di guerra, non ha accettato la richiesta di estradizione degli Stati Uniti. Spiega la portavoce Kristina Herodes: “A tal fine, dei reati devono essere commessi in Kosovo, ma in questo caso non era chiaro se fossero stati presumibilmente commessi in Kosovo o meno”.

L’uomo era stato arrestato a giugno, ma poi rilasciato dopo la decisione dell’Eulex. La quale ha fatto presente che non solo non vi sono elementi sufficienti riguardo ai presunti reati, ma manca anche un accordo di estradizione chiaro tra Washington e Pristina.