ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Corea del Nord: attacco a Sud per "autodifesa"

Lettura in corso:

Corea del Nord: attacco a Sud per "autodifesa"

Dimensioni di testo Aa Aa

“Abbiamo agito per autodifesa. Chi ci condanna non conosce la dinamica dei fatti”, una speaker nordcoreana appare in tv in abito tradizionale.
Leggendo una nota ribadisce la posizione di Pyongyang: l’attacco contro l’isola della Corea del Sud, in cui sono morti due soldati e due civili, è stata una risposta a Seoul e “l’artiglieria non è ancora a riposo”.
 
Nonostante la Cina, la sola potenza in grado di avere influenza su Pyongyang, abbia espresso “dolore e rammarico” per le vittime e invitato al dialogo, la Corea del Nord non arretra di un passo.
 
La situazione preoccupa la comunità internazionale, già allarmata per la recente rivelazione di un nuovo programma nord-coreano di arricchimento dell’uranio.
 
Barack Obama, con i suoi 28.500 soldati in Corea del Sud, evita di parlare di eventuali rappresaglie statunitensi ma ha confermato manovre militari con Seoul nel Mar Giallo a partire da domenica.
 
Parteciperà anche la portaerei George Washington che, con i suoi 75 aerei da guerra e un equipaggio di oltre 6000 uomini, ha lasciato una base navale statunitense a sud di Tokyo.