ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Si spera nel miracolo per salvare minatori dispersi

Lettura in corso:

Si spera nel miracolo per salvare minatori dispersi

Dimensioni di testo Aa Aa

Si spera nel miracolo, in Nuova Zelanda, per salvare i 29 minatori dispersi. L’angoscia per la loro sorte cresce, anche a causa dell’impossibilità, per ora, di dare inizio alle operazioni di soccorso, poiché la sicurezza non è ancora garantita.

I parenti sono stati informati sugli ultimi sviluppi. La Pike River ha accompagnato alcuni di loro nell’area dell’incidente. “I parenti potranno vedere di persona il dispositivo di emergenza – ha detto Peter Whittal, amministratore delegato della Pike River Mine -, parlare con gli operatori e capire quello che sta succedendo”.

L’esplosione nella miniera di carbone è avvenuta venerdì. Nessun contatto è finora stato stabilito e le operazioni di soccorso non possono iniziare perché si teme una nuova esplosione.

I 29 minatori hanno tra i 17 e i 62 anni. Tra loro, anche due britannici, due australiani e un sudafricano. La polizia neozelandese ha detto di sperare di trovarli in vita. La speranza dei parenti è che, così come in Cile, anche in questo caso tutto si risolva per il meglio.