ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Colera come "bomba a orologeria" Haiti

Lettura in corso:

Colera come "bomba a orologeria" Haiti

Dimensioni di testo Aa Aa

Il colera ad Haiti è una bomba a orologeria. Gli operatori umanitari lanciano un nuovo allarme alla comunità internazionale, mentre nel Paese si temono altre proteste violente contro i Caschi Blu dell’Onu, in vista del voto della prossima settimana.

Il dramma è visibile nelle strade di Port-au-Prince, e non solo: l’epidemia si è ormai diffusa a 8 delle 10 province haitiane, e si teme possa raggiungere gli Stati limitrofi. “Il colera sta diventando una bomba a orologeria, ed esploderà – dice Virginie Cauderlier, di Medici Senza Frontiere -. Lo dicono tutte le statistiche: alla fine del mese, saremo completamente sopraffatti. Avremo moltissimi casi”.

Medici Senza Frontiere ha denunciato la lentezza degli aiuti. Negli ospedali le persone ricoverate sono quasi 20.000. L’ultimo bilancio del ministero della Sanità parla ormai di circa 1.200 morti. Pesante il tasso di mortalità tra i bambini con meno di 5 anni, fa sapere l’Unicef. Sul versante politico, crescono i dubbi sulle elezioni generali di domenica prossima. L’emergenza potrebbe farle slittare.