ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Sostegno anche dopo il 2014". Accordo Nato-Afghanistan

Lettura in corso:

"Sostegno anche dopo il 2014". Accordo Nato-Afghanistan

Dimensioni di testo Aa Aa

In una stretta di mano, la promessa di non abbandonare l’Afghanistan. Presente anche Ban-Ki Moon, al secondo giorno del vertice Nato di Lisbona il segretario generale Anders Fogh Rasmussen e il presidente Karzai hanno siglato un accordo che formalizza la permanenza internazionale nel paese, con funzioni di addestramento, anche dopo il 2014.

“Figure chiave della transizione – ha detto Rasmussen – sono i formatori. Io e il presidente Karzai abbiamo sottoscritto una partnership di lungo periodo tra Nato e Afghanistan. Una collaborazione che proseguirà anche oltre il termine delle missioni di combattimento. Per essere chiari: se i taleban o chiunque altro aspettano che ce ne andiamo, possono scordarselo. Resteremo finché necessario”.

Formare le truppe afghane, il principale compito delle forze Nato che resteranno nel paese, come auspicato negli scorsi giorni anche dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama.

Punto cardine dell’accordo, salutato con favore dai paesi ancora impegnati in Afghanistan, il graduale ritiro dei contingenti internazionali dall’estate del 2011. Transizione che dovrebbe terminare alla fine del 2014, ma che potrebbe a questo punto slittare in base alle esigenze sul campo.