ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa, polemica su body scanner e controlli invasivi

Lettura in corso:

Usa, polemica su body scanner e controlli invasivi

Dimensioni di testo Aa Aa

Questione di privacy e questione di salute. Le immagini dei body scanner che nelle promesse delle autorità statunitensi non dovevano essere salvate finiscono sul web. E monta la polemica sulle concessioni da fare in nome della sicurezza.

“E’ imbarazzante stare difronte a tutta quella gente mentre ci si fa perquisire” dice una ragazza all’aeroporto di Dallas.

Il numero uno della Transportation Safety Administration, John Pistole, sentito dalla Commissione del Senato sui controlli troppo invasivi, sostiene che la procedura è giustificata.

“Tengo in considerazione la sensibilità delle persone” dice. “Ma non cambierò le cose perchè l’intelligence ci aggiorna di continuo sul tentativo dei terroristi di far saltare la gente in volo”.

Intanto un sito web pubblica alcune delle 35.000 immagini salvate in un tribunale della Florida, in barba alla promessa di cancellare il materiale.

E i medici della Johns Hopkins University lanciano l’allarme sul rischio cancro alla pelle per l’eccesso d’esposizione ai raggi x dei body scanner.