ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Soldi agli ex prigionieri, così Londra cancella i processi per le torture

Lettura in corso:

Soldi agli ex prigionieri, così Londra cancella i processi per le torture

Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo britannico verserà ingenti somme di denaro per cancellare i processi intentati da ex prigionieri di Guantanamo che denunciano di aver subito delle torture.

Un portavoce del premier ha specificato che tale decisione non comporta nessuna assunzione di responsabilità del governo in ordine alle accuse.

Un eventuale processo basato sulle contestazioni mosse dagli ex prigionieri, tutti cittadini britannici, potrebbe risultare imbarazzante per le autorità di Londra.

Già a luglio scorso, d’altra parte, il premier Cameron aveva avanzato l’ipotesi, intervenendo davanti al parlamento.

“I nostri servizi sono paralizzati dalla burocrazia, mentre cercano di difendersi in estenuanti dibattimenti davanti a corti dalle regole incerte. La nostra reputazione di paese che crede nei diritti umani, nello stato di diritto e nelle regole, rischia di essere sporcata, se i servizi segreti finissero sotto processo”.

Il timore principale del primo ministro, condiviso dai vertici delle agenzie di spionaggio, è che un eventuale processo possa portare alla declassificazione di circa 50.000 documenti, finora secretati.

Speciale di euronews su Guantanamo